Bocciati!

  • Stampa

“Nessuno nasce imparato”, come dice qualcuno, ma almeno sforzarsi un po’ non sarebbe male a meno che non si voglia imparare perché fare i “finti toni” forse è più semplice.
Oggi mi tolgo qualche piccolo sassolino dalla scarpa perché poi a fare finta di niente si fa la figura degli scemi…

 


Condivido con voi qualche esempio:


Consigli comunali in Stazione: i 5 stelle propongono di fare tutti i consigli comunali da oggi a maggio in stazione o al limite all’esterno nelle sue prossimità. Subito mi viene da dire che si guardano bene dal parlare del dopo-maggio perché dovessero vincere loro poi magari l’iniziativa non è che gli garbi tanto… ma il grave non sta neanche qui, sta piuttosto nel non rispettare i dipendenti comunali. È possibile costringere i dipendenti comunali a dovere lavorare al freddo per ore per gestire un Consiglio Comunale? Nel non avere idea dei costi che questa  “idea” comporterebbe: collegamenti elettrici, trasporto di tavoli e sedie, predisposizione delle strutture per l’amplificazione e la registrazione, noleggio o acquisto delle attrezzature adeguate. Nel non conoscere il clima: e se dovesse piovere? Si aprono gli ombrelli? Si scappa in comune? Si lascia tutta l’attrezzatura all’acqua?  Non si conosce la realtà della stazione: ma qui forse si chiede troppo…

Interrogazioni in Consiglio Comunale: il regolamento del consiglio prevede che all’inizio della seduta si possano fare interrogazioni a Sindaco e Giunta anche senza averle iscritte all’ordine del giorno quando la questione da trattare sia URGENTE. Nella seduta di ieri sera il solito Oggioni mi ha fatto una domanda su La Tela chiedendomi se ne avessi ricevuto i bilanci gli scorsi anni. A memoria ho risposto di avere ricevuto quelli della Cooperativa Arcadia nei cui bilanci rientrava La Tela e i bilanci di cassa solo questa estate. Nella risposta invece, il consigliere Oggioni  diceva tra le altre cose, di avere ricevuto dal comune alcuni bilanci diversi da quelli che gli ha fornito Arcadia. I bilanci di una cooperativa sono depositati quindi la discrepanza è semplicemente impossibile. Più probabilmente non parlava di bilanci ma piuttosto di estratti del bilancio che come tali non sono documenti depositati e soprattutto non sono bilanci.
La domanda però è: i documenti Oggioni li aveva ricevuti dal Comune già da giorni, se davvero si cercavano risposte e non semplicemente lo spettacolo non si poteva inviare una interrogazione scritta in modo da potersi informare? Facile fare le domande in questo modo per poi dire “non mi danno risposte”. Sono naturalmente sempre disponibile a incontrare il consigliere Oggioni e a rispondere a qualsiasi sua domanda su questa e mille altre questioni.

Mozioni in consiglio comunale: la mozione è uno strumento che chiede a Sindaco e Giunta di attivarsi per fare qualcosa che non si fa. Ieri sera si discuteva di una mozione dei cinque stelle (che stanno presentando uguale in tutti i consigli della Lombardia) per “attivare” controlli sui depositi di rifiuti eventualmente presenti nel territorio comunale coinvolgendo le GEV e segnalando alle autorità competenti eventuali problemi. Tutte queste cose a Rescaldina si fanno già quindi non ha senso chiedere di attivarle. Vivere Rescaldina, pur riconoscendo l'importanza della questione e informando i consiglieri di tutto quanto già fanno il copro di Polizia Locale e l'ufficio ambiente, ha chiesto il ritiro della mozione perché non ha senso chiedere di fare una cosa che si fa già.
Risposta del consigliere stellato: “ma noi chiediamo di intensificare”. Però, dico io, se chiedi di intensificare devi scrivere “intensificare” e non “attivare” perché i verbi sono diversi e significano cose diverse. Naturalmente sarebbe bastata una telefonata alla Comandante per sapere cosa si faceva già e per poter poi correggere e presentare una mozione adeguata.
Risultato? Mozione non ritirata.
Voto? 5 stelle, Forza Italia e Lega votano insieme (ormai ci hanno preso la mano), Vivere Rescaldina e Noi per Rescaldina si astengono.
Mozione bocciata come bocciati i 5 stelle.

Occorre studiare di più!