Company Logo

Domande e semplici risposte

Anche in agosto e forse soprattutto in agosto, impazzano domande e polemiche sui Social.

Quest'anno, anno di tanti cantieri aperti, non poteva che arrivare qualche domanda e qualche piccola polemica sui tanti lavori in corso.

Nessuno cita, anche perchè si vedono poco, il rifacimento del tetto della scuola elementare di Rescaldina da cui si sta eliminando tutto l'amianto, oppure il rifacimento completo degli spogliatoi della palestra delle scuole medie Ottolini oppure i lavori in corso al campo sportivo di via Melzi.

Come era facile aspettarsi domande e polemiche si incentrano sull'avvio dei lavori della pista ciclabile che collegherà la stazione di Rescaldina con Cerro Maggiore, Parabiago e poi Milano.

Rispondo in modo sintetico ad alcune domande:

Si spendono soldi del comune? No! La realizzazione della pista ciclabile è finanziata da un bando di Regione Lombardia il cui scopo è proprio il collegamento tra i diversi comuni della Regione

Non si potevano prima sistemare i marciapiedi utilizzando gli stessi soldi? Leggendo la risposta alla domanda precedente anche la risposta a questa domanda è semplice. No, perchè i fondi di Regione Lombardia sono finalizzati a quest'opera e non si possono utilizzare per altro.

Fate i lavori d'estate per evitare le proteste dei cittadini? No, i lavori sulle strade si fanno preferibilmente d'estate perchè c'è meno traffico e per impattare il meno possibile sul commercio. La realizzazione delle piste ciclabili è stata ampiamente preannunciata e comunicata anche attraverso assemblee pubbliche con i progettisti.

Perchè non avete comunicato ai commercianti l'inizio dei lavori? La comunicazione è avvenuta con un cartello di cantiere ad inizio via Pellico. Purtroppo non potevamo prevedere con grande anticipo la data esatta di inizio dei lavori perchè esiste sempre un po' di incertezza dovuta soprattutto ai rapporti con le aziende incaricate dell'esecuzione.

Sarà un tratto scollegato dagli altri? Assolutamente no! Proprio il bando regionale prevedeva che non ci fossero interruzioni ma un'unica pista ciclabile da Rescaldina a Parabiago

Ma... poi l'ambulanza ci passa? Certamente sì. Le ciclabili e le strade devono essere a norma. È questo il grande sforza di Vivere Rescaldina di questi anni. Gli investimenti sui marciapiedi lo testimoniano

La pista ciclabile farà diventare la Matteotti a senso unico? No! La pista ciclabile percorrerà un piccolo tratto di via Matteotti fino alla palestra dove svolterà in via Mazzini per raggiungere poi via Battisti

La pista ciclabile servirà ai pendolari? No e chi fa ironia sui pendolari da Rescaldina a Parabiago lo fa sapendo di dire una sciocchezza. La pista ciclabile serve per gli spostamenti nei comuni e tra i comuni. È giusto che Regione Lombardia preveda la continuità tra i percorsi per evitare i tratti di pista ciclabile che non iniziano e non finiscono, triste eredità degli anni passati.

La pista ciclabile sfavorirà il commercio di vicinato? No! Proprio i commercianti hanno chiesto che non ci fosse un percorso ciclabile verso Auchan perchè i loro clienti sono soprattutto clienti di paese che spesso circolano in bicicletta. Non viene tolto nessun parcheggio in corrispondenza degli esercizi commerciali e i nostri concittadini potranno muoversi agevolmente ed in sicurezza soprattutto in quelle vie che fino ad oggi sono sempre state pericolose da percorrere.

Quando termineranno i lavori? I lavori in via Silvio Pellico dureranno ancora almeno due settimane ma non è escluso che si protraggano per la concomitanza del ferragosto. Le prime vie interessate dai lavori saranno via Silvio Pellico, via Gramsci, via Libertà, via Roma, via per Cerro Maggiore. Sarà poi la volta di via Vittorio Veneto, Mazzini, Giusti, Montale, D'Azeglio, De Gasperi, Fermi, La Malfa, Rusconi.

Chi ha pensato a queste ciclabili è un pazzo? Direi proprio di no! Le piste ciclabili che si stanno realizzando guardano avanti. Diversi hotel anche di Legnano e San Vittore, guardano sempre più attentamente ai ciclisti ed al turismo offrendo pacchetti turistici e servizi proprio ai ciclisti e proprio in virtù del collegamento che si sta realizzando tra i nostri paesi e Milano.

Ogni cambiamento non è semplice da vivere soprattutto per chi abita e lavora nelle vie interessate dai cantieri. In questo caso però stiamo percorrendo vie già tracciate e sperimentate da tanti altri paesi molto simili al nostro. Questo è un cambiamento positivo: ci renderà ancora di più comunità, una comunità sicura, una comunità che si muove, una comunità che offre servizi ai suoi cittadini.

Facebook

Ascoltare Rescaldina




Powered by Joomla!®. Design by: joomla 2.5 templates  Valid XHTML and CSS.