Company Logo

Consiglio comunale in stazione?

Presdiente Consiglio Comunale

Se non rispondessi alla lettera del consigliere Oggioni, portavoce del Movimento 5 Stelle di Rescaldina, sarei quasi  certamente accusata di non dare voce alle minoranze, di togliere la parola e quanto altro: conosco bene la storia, che  puntualmente si ripete.
Se rispondessi, come l’istinto mi suggerisce, direi senza ombra di dubbio, che la proposta dei 5 Stelle, mi pare incompleta e poco fattibile: perché non convocare i prossimi Consigli comunali nei boschi di Rescaldina,  ritrovo abituale di tanti disperati  o nei pressi della piattaforma ecologica, oppure ancora nei luoghi più desolati del paese? Perché  la vostra scelta è caduta solo sulle zone limitrofe alla stazione  Trenord?
A questo punto, con più razionalità o semplicemente buon senso, mio malgrado, devo una risposta seria  al consigliere Oggioni.  Ricordo che i problemi di una comunità si affrontano nelle sedi adeguate e preposte a tale funzione, non nelle piazze, nei bar, in luoghi più o meno identificabili. Certo che  l’amministrazione deve tenere conto, tra le sue priorità, dei problemi  dei cittadini, deve  garantire sempre la sicurezza e il benessere degli individui  che vivono  nel suo territorio.
Non credo che gli abitanti di  Rescaldina, si  possano sentire più tutelati,o meno abbandonati dalle istituzioni, se in una fredda sera di gennaio vedessero i consiglieri e il Sindaco discutere davanti alla stazione ferroviaria.   Amministrare è una “cosa” seria (res publica), non un corteo, un’esposizione, un ritrovo di alcune persone  che tengono più alla forma che alla sostanza.

Ricordiamoci il motivo per cui siamo stati eletti, o meglio ricordatelo voi del Movimento 5 Stelle!


Maria Carla Vignati
Presidente del Consiglio comunale di  Rescaldina

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna




Powered by Joomla!®. Design by: joomla 2.5 templates  Valid XHTML and CSS.