Company Logo

ANPI in festa

 

Complimenti all’associazione “ANPI” di Rescaldina per la buona riuscita della sua festa. I vari eventi si sono svolti a partire da venerdì sera, ventitré settembre e sono terminati la domenica successiva. Sono stati giorni interessanti non meno che divertenti. Fra tanti complimenti giunti all’associazione sono stati molto graditi quelli del sindaco Michele Cattaneo. Ha ricordato quanto sia importante la presenza dell’ANPI in Italia in quanto, se c’è ancora oggi chi continua a professarsi nazista o fascista -infrangendo la costituzione aggiungo io- ben vengano coloro che dall’aprile 1945 in poi ricordano a tutti gli italiani i fatti di quegli anni. Ad integrazione delle parole del sindaco è doveroso ricordare che nazismo, fascismo e razzismo causarono la seconda guerra mondiale. Una guerra che –visti i tempi- si può paragonare ad un terribile terremoto che sconquassò il mondo intero causando distruzioni, sofferenze e circa sessanta milioni di morti; le vittime civili furono circa il doppio delle vittime degli eserciti. Al termine del suo breve intervento il sindaco si è congratulato con l’ANPI anche per la sobrietà del volantino che annuncia gli eventi della festa: “Non avete scritto nemmeno una volta il termine salamelle” ha detto il sindaco sorridendo. Comunque sia, il “Circolo di Rescaldina” è rimasto a disposizione dei convenuti per pranzi, cene, spuntini e aperitivi serviti a prezzi di assoluta convenienza.
La festa è cominciata Venerdì sera con lo spettacolo teatrale dello scrittore Roberto Curatolo. Con l’ausilio di altri due attori e del trio musicale di Tiziano Mazzoni, ha toccato le corde più sensibili degli spettatori con i suoi racconti di vicende legate al periodo bellico.
Nella prosecuzione di sabato, c’è stata la presentazione di due libri con l’obiettivo di raccontare la resistenza di partigiani e partigiane nella guerra di resistenza in Italia. Il primo libro, “Festa d’Aprile”, opera di circa trenta persone, tra scrittrici e scrittori, è stato presentato direttamente da alcuni di loro. Il titolo del secondo libro, scritto da Velia Sacchi e presentato da Rosangela Pesenti è “Io non sto a guardare -memorie di una partigiana femminista-” La serata si è conclusa con la musica di Luigi “Grechi” De Gregori.


La domenica mattina si è aperta con l’inaugurazione della mostra “Il diritto di voto alle donne” presentata da Erminia Colombo; una femminista appassionata e preparata. La Colombo ha raccontato le vicissitudini affrontate nel tempo dalle donne per fare valere i propri diritti nei confronti dell’altro sesso. Gli scontri per ottenere la parità furono duri e richiesero grandi sacrifici. Ci furono tempi in cui le donne non potevano fare politica o diventare giudice. Molto è stato fatto da allora ma non si può ancora affermare che le differenze di trattamento tra i sessi siano scomparse. L’aperitivo offerto ai presenti ha chiuso la mattinata.
Nel pomeriggio si è trovato un po’ di tempo da dedicare ai bambini che hanno potuto assistere alle magie del prestigiatore Roberto Bombassei. Chi voleva, poteva anche farsi dipingere secondo i propri desideri da una brava truccatrice. Nel tardo pomeriggio si è discusso del prossimo referendum costituzionale. L’onorevole Virginio Peluffo per le ragioni del SI e la professoressa Maria Agostina Cabiddu per quelle del no, hanno dato vita ad un lungo confronto per convincere i presenti delle loro ragioni. L’impressione generale ricevuta è che tra il SI ed il NO, oggi si insinuerebbe un inutile NON SO. Ma questo è un argomento che merita un approfondimento tutto suo. La serata, e quindi la festa dell’ANPI, si è conclusa con un concerto Blues del trio RWM.
In chiusura, è doveroso precisare che ANPI non è sinonimo di vecchio. Purtroppo, i partigiani che abbiamo amato e ammirato vanno lentamente scomparendo. Ci sono però delle valide ragioni contingenti affinché i loro ideali non siano cancellati dal tempo. Tanti giovani impegnati perché ciò non accada ce lo stanno dimostrando. Grazie ANPI!

Settembre 2016

Gastone Campanati

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna




Powered by Joomla!®. Design by: joomla 2.5 templates  Valid XHTML and CSS.